anello di Bagno Vignoni
punto di partenza BAGNO VIGNONI - distanza km 17 - dislivello mt. 650 - difficolta' 4/5. Traccia gps dell'escursione effettuata sabato pomeriggio 21/06/2014. Si tratta di una sorta di rivisitazione del classico percorso trekking che gli escursionisti percorrono dalla splendida localita' termale al castello di Ripa d'orcia; giunti in prossimita' del maestoso fortilizio pero' la traccia si allunga fino a guadare il fiume e risalirlo lungo la sua sx orografica, prima di effettuare nuovamente il "classico" guado sotto al pod. Le Muline. E' un giro da non prendere sottogamba nonostante il chilometraggio breve in quanto si sviluppa interamente (se si eccettuano 3 km di sterrato) su impervi sentieri ed impegnativi singletrack. Dal parcheggio sterrato di Bagno Vignoni si imbocca subito la via francigena salvo piegare a sinistra su un meraviglioso singletrack in salita verso Vignoni alto; sono due km impegnativi ma davvero belli con splendidi scorci sulla Valdorcia mentre sulla nostra sinistra vediamo man mano avvicinarsi l'inconfondibile sagoma del fortilizio. In corrispondenza di un podere, il sentiero diventa una carrareccia e, dopo un ultimo strappo si raggiunge la sterrata sopra Vignoni; un fuoritraccia per visitare il borgo e' pressoche' d'obbligo prima di proseguire verso Ripa d'orcia lungo gli unici 3km agevoli del giro. Oltrepassato il pod. S.Savino inizia una veloce discesa, inizialmente in ambiente aperto, con panorama straordinario su Castiglione d'orcia, Ripa d'orcia e monte Amiata; una volta entrati nel bosco di lecci, il sentiero diventa un po' piu' impervio fino alla deviazione a sinistra per il castello. Si prosegue in saliscendi su bel sentiero fino al km 8 dove si abbandona il "percorso trekking" immettendoci su un singletrack assai tecnico, in ripida discesa verso il fondovalle dell'Orcia che va guadata in un punto dove di fatto non esiste un passaggio (vedi foto); occorre prendere la bici in spalla ed attraversare il fiume a piedi tenendo presente che in questo punto il letto del fiume risulta assai sassoso ed il livello dell'acqua, se si eccettuano i mesi piu' siccitosi, potrebbe rendere proibitivo il guado. Attraversato il fiume ci aspetta uno strappo mozzafiato fino all'imbocco del sentiero delle gole dell'orcia dove il percorso prosegue su stradello di bosco impegnativo tra continui cambi di pendenza e fondo sassoso ma sempre ciclabile; si raggiunge il pod. Le muline dopo una salita davvero tosta verso il pod. Finocchiaia ed una successiva discesa veloce su strada di campo, quindi si guada nuovamente l'Orcia riportandoci sul versante di Bagno Vignoni che raggiungiamo dopo un ulteriore, bellissimo ed impegnativo singletrack. Per i motivi sopracitati questo giro e' sconsigliabile nei periodi piovosi.
File allegato: 21_06_2014 14.52.10_history.gpx
 

Torna alla categoria "itinerari"

Google

GuestBook
Blog
Giochi

 » www.giulianolenni.it
tutto quello che c'e' da sapere su Montepulciano
 » http://www.chainreactioncycles.com
il sito migliore per lo shopping on-line
 » http://www.poderefucile.com
agriturismo a Montepulciano ideale punto di partenza per escursioni in mtb
 » http://www.adessopedala.com
mercatino online MTB ,bici da corsa, abbigliamento .....
 » http://www.cretedisiena.com
il modo migliore per prenotare un vacanza nel cuore della toscana
 » http://www.mtb-forum.it
il punto di riferimento per la mountain bike in Italia
 » http://www.pienzasolp.it
produzione formaggi freschi stagionati ricotta; vendita diretta, vendita online
 » http://www.sembola.it
by nicola semboloni- mtb a Siena e dintorni
 » http://www.asqua.it
rifugio nel parco foreste casentinesi aperto tutto l'anno

Sito Web Personalizzato di Euweb.it